sabato 27 agosto 2016

Riforma della dirigenza pubblica. I dirigenti "squillo", al servizio della politica

Dirigenti pubblici a chiamata
Lo schema di riforma prevede il licenziamento senza giusta causa.
Una precarizzazione che col “merito” ha pochissimo a che vedere

Luigi Oliveri

Il decreto legislativo di riforma della dirigenza pubblica sortisce un evidentissimo risultato: la precarizzazione totale dei dirigenti pubblici, assoggettati completamente all’arbitrio della politica.
La riforma, così come impostata, presenta un passo verso la precarizzazione del lavoro ancora più forte e deciso di quanto non si sia verificato col Job’s Act.

mercoledì 24 agosto 2016

La mitica messa in sicurezza del territorio

Il disastroso terremoto del 24 agosto sta facendo emergere i problemi e gli slogan di sempre.

Riforma della dirigenza: ma cos'è il "merito"?

In attesa di conoscere il testo del decreto legislativo attuativo della legge 124/2015 (ben sapendo che occorreranno giorni e giorni per vedere quello approvato in CdM e che vi saranno molte modifiche nel percorso di approvazione definitiva), destano perplessità le concezioni di "merito" che si evincono sui giornali.

martedì 23 agosto 2016

Inglesizzare per confondere. Un sempre verde di 5 anni fa...

Stakeholder, steakhouse, Shakespeare… inglesizzare per confondere
L. Oliveri (La Gazzetta degli Enti Locali 24/3/2011)
Va di gran moda, sull’abbrivio delle interpretazioni date del d.lgs. 150/2009 dalla Civit, prevedere l’estensione anche agli enti locali di misure di dialogo con gli stakeholders per la programmazione strategica degli obiettivi da raggiungere.

Printfriendly