lunedì 26 settembre 2016

Diritti di rogito: i pareri immotivati della Corte dei conti

Chi scrive lo ribadisce da anni: è urgente rivedere le norme che attribuiscono a varie Autorità poteri di orientamento, se non di vero e proprio controllo, sull'amministrazione attiva.

domenica 25 settembre 2016

Contrattazione decentrata: si negoziano i criteri, non le somme



Entrati in autunno, la corretta applicazione della gestione impone di avviare da subito le trattative per giungere senza ritardi (fonte principale di problemi con le ispezioni del Mef e con la Corte dei conti) alla stipulazione del contratto collettivo decentrato[1].

venerdì 23 settembre 2016

Segretari comunali: lotteria della qualifica dirigenziale nel caos Madia


Le varie riforme “epocali” della pubblica amministrazione hanno inciso in maniera particolarmente profonda ed insistita nei confronti dei segretari comunali.
Sono passati ormai 19 anni dall’intervento che ha dato la stura allo spoil system della categoria, prossimo ora a diffondersi per tutta la dirigenza pubblica, la ben nota legge 127/1997, o legge Bassanini-2. Gli effetti tutt’altro che fausti prodotti dalla riforma si fanno sentire non solo “a futura memoria” in quanto la legge 124/2015 è sciaguratamente ispirata al fallimentare modello pensato quasi 20 anni fa, ma anche per il passato.
La riforma in stile spoil system all’amatricianza del 1997 contemplò la possibilità per i segretari comunali di trasferirsi presso altre amministrazioni pubbliche.

mercoledì 21 settembre 2016

E che Olimpiadi siano

Sergio Rizzo è molto noto come agguerrito e implacabile watchdog della mala amministrazione e della cattiva spesa pubblica. Non c’è scontrino, fattura, opera incompiuta, che sfugga all’acume critico del grande giornalista.
Allora, visto che il Rizzo è manifestamente favorevole allo svolgimento delle Olimpiadi a Roma nel 2024, come dimostrato dai suoi recenti scritti e in particolare dall’articolo sul Corriere del 21 settembre “Dallo stop il rischio di risarcimento In Campidoglio 15 milioni di spese”, deve essere certo e vero che le spese per le Olimpiadi saranno sicuramente virtuose, ben destinate ed utili. Altrimenti, la presa di posizione di simile inflessibile critico della pubblica amministrazione non si giustificherebbe.

Printfriendly