domenica 10 dicembre 2017

Quei funambolismi giuridici che nuocciono alla legittimità e all’efficacia dell’azione amministrativa


La sentenza della Prima Sezione Centrale d’Appello 20 novembre 2017, n. 490, è emblematica del danno grave che producono i funambolismi giuridici e dell’inesistenza della presunta “copertura politica” alla quale ancora troppe volte si appellano i tecnici, nel dare corso a decisioni amministrative illegittime.

Venezia con le sue Idee Vincenti è la prova della superficiale banalizzazione dell'aziendalizzazione

Saranno almeno 25 anni che consulenti dei comuni, variamente occupati come componenti di nuclei di valutazione oppure organismi indipendenti di valutazione, ma anche inutilissimi "city manager", attingono alla più banale idea aziendalistica di spinta all'innovazione, chiamata "cassetta delle idee".

sabato 9 dicembre 2017

Ritardi dei pagamenti eliminabili solo con la radicale riforma della contabilità pubblica


I ritardi dei pagamenti dovuti dalle pubbliche amministrazioni alle imprese non saranno mai eliminati, finchè resti in piedi il sistema contabile pubblico previsto dalla normativa in vigore.

L’arma spuntata dei controlli sulle malattie di massa


Il Corriere della sera del 9 dicembre 2017, con l’articolo a firma di Dario Di Vico “Il medico dei vigili assolto e la paralisi per i reati «lievi»” ci informa dell’assoluzione (dopo tre anni) di un medico che telefonicamente aveva accertato lo stato di malattia di uno tra gli agenti di polizia municipale di Roma, colti dall’epidemia del San Silvestro 2014.

Amministrare per idee “vincenti”. Platone ne sarebbe fiero, la Corte dei conti un po’ meno


“La pace nel mondo”. Chissà se questa originalissima idea sia stata considerata “vincente” dal comune di Venezia, nell’ambito del progetto di valorizzazione del merito, dell’efficienza, dell’efficacia, volto ovviamente a dare riconoscimenti e prestigio al “capitale umano”, denominato appunto “idee vincenti”.

Printfriendly